menupizza.it - storia e ricette della pizza in Italia e nel mondo

Informazioni:

Scrivici info@menupizza.it

in Pizza News

Sean Berthiaume, pizzaiolo di “Vinnie”, a Brooklyn, ha avuto l’idea del secolo, offrendo ai clienti la possibilità di trasportare la pizza non nel classico cartone, che viene successivamente buttato essendo inutilizzabile, ma in un “cartone” fatto di pizza.

Il motivo di questa trovata? Evitare inutili sprechi e sostituirli con qualcosa di più gustoso e mangiabile. Certo, non si tratta della soluzione migliore a questo problema, dal momento che si passa comunque a uno spreco alimentare, senza contare che questo cartone dovrà essere avvolto da una carta stagnola per poter essere trasportato, ma resta il fatto che è la fantasia del pizzaiolo ad aver conquistato il quartiere newyorkese, uno dei più belli e particolari della città americana.

 

Il pizzaiolo newyorkese, Sean Berthiaume, molto attivo sui social, ha postato una foto di un nuovo tipo di pizza. Si tratta di un cartone della pizza fatto di pizza. Ecco l’ultima paradossale trovata americana, che non sarebbe potuta venire in mente in nessun altro Paese.

 

In pratica, l’inventore è rimasto colpito dal fatto che i clienti buttavano via l’immangiabile scatola che contiene la pizza e ha avuto la “geniale” idea di realizzare una scatola fatta interamente di pizza, nella quale inserire quella ordinata.

 

Ovviamente, tutto questo ha un costo, e neanche conveniente. Il prezzo richiesto per una pizza servita in una scatola di pizza è di 40 dollari, ben più di quelli di una comune pizza che lungo le strade della città USA costa anche meno di 10 dollari, ma siamo sicuri che ci saranno degli americani pronti a spenderli per assaporare questa bomba di calorie.

 

Chissà se questa invenzione si propaganderà oltreoceano o rimarrà un’esclusiva di Brooklyn e della città di New York.
Quel che è certo è che si tratta di un’idea non di poco conto, anzi, da lodare ed apprezzare.

publisher
back to top